News



9° Corso Nazionale SOMIPAR, Perugia 23-25 maggio 2013  

Scarica il programma preliminare: http://www.somipar.it/wp-content/uploads/SoMIPar_programma-preliminare-04.12.12-per-sito.pdf

Verranno trattati alcuni argomenti di grande interesse come le problematiche respiratorie nella persona con lesione midollare cervicale alta, compreso il reinserimento domiciliare soprattutto nei casi che necessitano di ventilazione meccanica, la lesione midollare con esordio nel paziente anziano, il follow-up e la prevenzione delle complicanze tardive.

Il Comitato Organizzatore Locale è costituito da tutti gli operatori dellUnità Spinale Unipolare di Perugia in collaborazione con lAssociazione Paraplegici Umbri, che stanno lavorando intensamente in modo multidisciplinare e multiprofessionale per il successo del Corso.




ACI per Giornata Disabili - Sono 560.000 i disabili patentati in Italia 

DISABILI: SONO 560.000 I PATENTATI IN ITALIA
AUMENTANO DI 20.000 UNITA' OGNI ANNO
SOPRATTUTTO A CAUSA DI INCIDENTI STRADALI

Oltre 560.000 automobilisti italiani sono disabili. Sono appena l'1,6% del totale ma aumentano di 20.000 unità ogni anno, soprattutto a causa di incidenti stradali. Lo ricorda lAutomobile Club dItalia in occasione della Giornata Internazionale delle persone con disabilità.

Le maggiori criticità con cui devono confrontarsi i disabili sulle strade sono tre, imputabili prevalentemente al disinteresse degli altri e delle amministrazioni: il mancato rispetto degli spazi riservati; linaccessibilità di alcune aree con marciapiedi e scalini non a norma; lassenza di cultura della disabilità, prevalentemente in città.

LAutomobile Club dItalia tutela il diritto alla mobilità di tutti gli individui e soprattutto nellultimo decennio ha intensificato gli sforzi con una miriade di progetti e di iniziative a sostegno dei disabili. Ad esempio PRA a domicilio per il disbrigo delle pratiche automobilistiche ai cittadini con problemi di mobilità. Solo nellultimo anno sono stati poi effettuati 40 incontri con oltre 1000 partecipanti nellambito del progetto ACI per il Sociale a favore delle categorie più deboli, tra cui disabili, extracomunitari ed anziani, per fornire loro suggerimenti e consigli per la soluzione e la rimozione delle barriere esistenti per lintegrazione sociale nella mobilità. Una specifica sezione del sito www.aci.it è dedicata ai disabili, con vademecum e guide pratiche per documenti e attestati. Il soccorso stradale ACI 803.116 ha attivato dal 2007 una procedura con cui sordi e muti possono richiedere lintervento di un carro-attrezzi tramite sms, ricevendo in forma testuale le informazioni sul soccorso.

Limpegno sociale del club si rafforza questanno con la nuova tessera ACI inoltre, che costa meno delle altre carte associative ma propone gli stessi vantaggi integrati da un mix di servizi per disabili, come linvio di due mezzi di soccorso (uno per lauto e laltro per lautomobilista), lassistenza sanitaria in viaggio, la disponibilità di un veicolo sostitutivo o il rimborso delle spese di rientro a casa in caso di grave guasto meccanico. Per rispondere al meglio a tutte le esigenze, lACI distribuisce questa tessera solo attraverso le associazioni dei disabili sul territorio, partner fondamentali per la continua messa a punto della gamma di servizi.

Per un disabile oggi è più facile muoversi con la propria auto che con il bus o il treno dichiara il presidente dellACI, Angelo Sticchi Damiani grazie anche al nostro impegno per la salvaguardia del diritto universale alla mobilità. Lautomobile non è solo il mezzo preferito per gli spostamenti, ma anche uninesauribile fonte di divertimento e di passione, come dimostrano i 100 piloti disabili tesserati ACI-CSAI.

Nessun cambiamento nel calcolo della pensione per le persone con disabilità. LINPS ritira la circolare 149 del 28/12/2012 

Una buona notizia: lINPS ha deciso di ritirare la circolare 149 del 28 dicembre, la quale aveva suscitato scalpore e indignazione nell'ambiente associazionistico della disabilità e non solo.

La circolare disponeva, infatti, che gli invalidi civili al 100% per poter avere la pensione di invalidità dovessero fare riferimento non solo al proprio reddito, ma anche a quello del coniuge. In questo modo veniva abbassato notevolmente il limite residuale, azzerando di conseguenza il diritto di molte persone alla pensione che, seppur di una cifra esigua, rappresenta un aiuto importante per tante famiglie. Proprio per questo la circolare era stata al centro di forti polemiche e causa di mobilitazione da parte dei sindacati e del mondo associazionistico.

Le forti pressioni hanno spinto lINPS a ritirare la disposizione attraverso un provvedimento dove si prevede che "sia nella liquidazione dell'assegno ordinario mensile di invalidità civile parziale, sia per la pensione di inabilità civile si continuerà a far riferimento al reddito personale dell'invalido".

Contattaci

Direct Service


directService

 

Puoi richiedere un campione gratuito compilando il Form di richiesta

 

Contatta il tuo operatore sanitario. È necessaria la prescrizione del catetere da parte del tuo medico.

 

049